Trading

0

Scrivere una guida per principianti deve partire con il presupposto che per fare trading, prima di tutto ci vuole una infarinatura di come i mercati si muovono principalmente, e anche sull’analisi tecnica. Questi due fattori, ovvero l’analisi Macroeconomica e quella Tecnica, permettono ad un trader che non conosce niente di trading online, di iniziare a muovere i primi passi in questo modo, profittevole ma non facile (per chi è agli inizi).

Scegliere il tipo di mercato che più preferite

Meglio all’inizio specializzarsi con un mercato, in questo caso dovrete scegliere tra i tre mercati principali: Forex, Azioni o Indici.

Quello del Forex è molto volatile, ma più prevedibile.

Quello delle Azioni ha i dividendi, ma a volta cala senza motivo.

Quello degli Indici è forse più stabile dell’azionario, ma ha dei periodi ribassisti molto lunghi se capitate nel periodo sfortunato.

Questi erano i pro e i contro (molto standardizzati) dei tre mercati principali. Come potete vedere ognuno dei 3 ha sia i suoi vantaggi, che svantaggi. Molti all’inizio partono con il Forex (come me) e poi magari iniziano a progredire allargando il proprio portafoglio verso mercati come l’azionario. Credo che questa sia la soluzione più adatta in quanto reputo il Forex uno di quei mercati che si muove in base a pochi e semplici fattori.

Cosa serve per fare trading online?

Per fare trading online serve semplicemente un computer ed una connessione internet, se state leggendo questo articolo avrete già tutto pronto.

strumenti-trading-online

Ovviamente, se volete essere più professionali, vi potreste comprare un multi-monitor, che permette di vedere più mercati nello stesso istante. Su ebay ce ne sono molti e di tutti i tipi.

Come imparare l’analisi tecnica e macroeconomica per fare trading online

Per quanto riguarda l’analisi macroeconomica, all’inizio vi basta sapere che tassi d’interesse più alti portano le valute ad apprezzarsi, tassi bassi invece portano all’ingresso.

Per quanto riguarda invece l’analisi tecnica, vi basta sapere adesso che i prezzi rimbalzano verso il basso dalle resistenze, e verso l’alto dai supporti.

Con queste due frasi, adesso già sapete quello che il 90% non sa.

Quali coppie tradare se si è principianti

La coppia migliore da tradare quando si inizia a fare trading, è senza dubbio la USD/JPY, coppia molto più stabile della controparte EUR/USD.

Anche l’orario è molto importante, in quanto il Forex è sì aperto tutto il giorno, ma non tutti i mercati sono sempre aperti, quindi potreste incappare in un momento dove non tutti i mercati sono aperti, e la volatilità potrebbe quindi essere inferiore al previsto. In ogni caso se siete all’inizio vi consiglio di seguire i siti più importanti dedicati al trading online come ad esempio ComeFareTradingOnline.com in cui troverete utili informazioni per poter cominciare ad investire sui mercati.

Conviene fare trading con Bitcoin?

Bitcoin, la valuta digitale, è legalmente una materia prima, ma si trada come una valuta in quanto il valore è espresso in BTC/USD. Ovvero quanti dollari vale un Bitcoin.

Il valore di questo mercato è sceso da 1000 dollari per un BTC, fino al valore odierno, che è poco superiore ad 1/10 di quello di un tempo.

grafico-bitcoin

Non crediamo sia un ottimo strumento di investimento, ma crediamo tuttavia che ci sono ancora grandi possibilità che il sistema che sta dietro a Bitcoin, sia il futuro dei pagamenti. Quindi perché non comprare un po’ di Bitcoin, magari tra anni varranno sicuramente più di oggi!

Trading classico oppure opzioni binarie?

Le opzioni binarie, quelle semplici, hanno una scadenza, e sono essenzialmente molto più semplici da tradare, in quanto sono presenti meno comandi.

Dovete immaginare le opzioni binarie come un telefono Apple, e il trading classico come un Android. Il trading classico ha molte più funzioni, e quindi è leggermente più difficile da capire all’inizio, ma con un po’ di pratica si può capire tutto.

Il trading classico inoltre, è l’unica soluzione attualmente disponibile per fare trading online a lungo termine. Le opzioni binarie infatti, sono state progettate per un trading veloce ed a breve termine.

Quindi, in conclusione, scegliete le binarie se volete fare trading in maniera semplice e con profitti più veloci. Scegliete invece il trading online tradizionale se la vostra strategia è a medio o lungo termine, e volete approfittare di strumenti più professionali.

Trading Intraday oppure Long Term?

Anche questo dipende da voi. Per trading intraday si intende un tipo di trading dove le posizioni vengono aperte e chiuse durante la giornata. Il trading a lungo termine invece è un trading dove si mantengono posizioni per giorni, settimane o anche mesi.

Io credo che il trading a lungo termine valga più per le aziende, ovvero le azioni. Questo per il semplice motivo che un obiettivo di un’azienda è quello di fare profitti in maniera regolare e costante, e non è la stessa cosa per una valuta.

Le valute fluttuano, le azioni invece “dovrebbero” crescere.

Detto questo, qui dovreste aver già capito che se volete essere un vero Value Investor, dovete fare come fa Warren Buffett: fatevi un basket di azioni ed investite a lungo termine, senza stare a guardare le oscillazioni, ma i frutti anno dopo anno.

Gli Hedge Fund, ad esempio, hanno in portafoglio posizioni forex, che comunque non eccedono mai in volume gli investimenti nei mercati delle azioni.

Questo dovrebbe già farvi pensare a come investire, vero?

Quale broker scegliere?

Il broker da scegliere deve prima di tutto essere regolato dalla CONSOB e CYSEC. Tutti i nostri broker che offriamo nelle nostre pagine sono tutti completamente regolati. Cliccate quindi su uno dei banner per registrarvi ora senza impegno e senza dover depositare nulla.

In conclusione

Per fare trading online bisogna avere buon senso e leggere sempre più guide vere come queste, che non vi promettono di fare i milioni, ma che vi insegnano come fare realmente trading in modo intelligente.

Salva

0

Chi decide di affacciarsi per la prima volta nel mercato finanziario e del trading, anche se non dovrà, necessariamente essere laureato in discipline Economiche, dovrà comunque possedere delle conoscenze, anche minime, sui principali meccanismi della Borsa, in modo da riuscire ad ottenere un reale e consistente profitto dalle proprie speculazioni finanziarie. Innanzitutto, occorre sapere che la Borsa o Borsa valori sta alla base dell’economia moderna e rappresenta il luogo di approdo in cui le azienda, al fine di ampliare le loro attività, ricercano fondi extra da parte degli investitori, che a loro volta, vedono nelle stesse aziende opportunità di profitto e di crescita.

Cosa è la Borsa valori e come funziona?

Come si diceva, la Borsa valori altro non è che un mercato finanziario regolamentato, all’interno del quale vengono contrattati strumenti tra cui azioni e valute. Quando si parla di azioni, si intendono titoli azionari o quote che le società emettono con lo scopo di ottenere maggiori investimenti. Per accedere alla Borsa, oggigiorno non è più necessario possedere una licenza di operatore, bensì come spiegato dal sito Impara Borsa, grazie alle diverse modalità di accesso telematico, sarà possibile anche ai piccoli investitori e ai neofili entrare nel mercato.

Questo significa che fondamentalmente chiunque potrà cominciare a contrattare, negoziare, fare trading, e cioè, scambiare titoli azionari in cambio di denaro contante. Chi decide di comprare le azioni spera in un loro rialzo, chi, invece, le vende mira a fare profitto sulle azioni acquistate in precedenza, oppure prevede un ribasso. Una volta stabilità la propria strategia, per iniziare a contrattare azioni in borsa ci si potrà rivolgere alle società di brokeraggio, che sono delle società di intermediazione a cui è possibile richiedere l’effettuazione degli ordini di acquisto o di vendita. Questa opzione è maggiormente consigliata per coloro che sono già degli esperti professionisti del settore, pronti a pagare alti costi di commissione. Se, invece, siete alle prime armi, si consiglia di iniziare con la negoziazione di titoli azionari online.

La Borsa Online

Giocando nella Borsa Online sarà possibile, oltre a contrattare titoli azionari, anche fare negoziazioni sugli indici di Borsa, che possono essere formarti raggruppando società ad alta capitalizzazione, società di un determinato settore ecc. Se si decide di negoziare su un indice, si potranno fare pronostici sull’andamento complessivo di una realtà finanziaria, sia di un determinato paese che di un determinato settore. Per questa ragione il trading sugli indici è con frequenza accompagnato dal trading sul Forex, che sarebbe la contrattazione sul mercato delle valute estere.

Una differenza sostanziale tra la Borsa Online e la Borsa tradizionale, è rappresenta dal fatto che chi gioca on-line non possiede fisicamente le azioni, ma ne ottiene i risultati economici tramite l’acquisto di contratti per differenza o CFD. Qualora si voglia iniziare una negoziazione in Borsa Online con CFD ci si potrà rivolgere ai broker CFD online, ciò delle società nate con lo scopo specifico di fornire questo tipo di prodotto e che consentono di richiedere ordini di questo tipo di acquisto e divendita tramite una piattaforma di trading, ovvero un software di negoziazione.

Salva

Salva

0

Il trading online rappresenta una grande opportunità per molti. Sul web sicuramente avrete avuto modo di trovare dei siti che promettevano di fare soldi facili sfruttando il trading. Oppure avete qualche amico che investe sui mercati finanziari.

Se non sapete cos’è il trading online sappiate che si tratta di un settore molto dibattuto che crea grandi possibilità di guadagni anche per i privati ma presenta dei rischi che spesso si sottovalutano. Non tutti infatti hanno compreso a fondo cosa è veramente i trading online.

Cos’ è il trading online ?

Il termine trading online sta ad indicare una serie di attività compiute sui mercati finanziari volte a ricavarne un profitto. Quando sentite parlare di forex, CFD o opzioni binarie si sta facendo riferimento al trading ovvero alle attività di compravendita e negoziazione sui mercati.

Per fare trading è necessario utilizzare i servizi delle banche online o di apposite società dette broker che mettono a disposizione un software detto piattaforma di trading. Per essere in regola sia le banche che le altre società devono sottostare ad alcune regole e rispettare le normative. I controlli sulle regolamentazioni sono fatti in italia dalla CONSOB, la società che si occupa di controllare la Borsa.

Le piattaforme di trading oggi sono accessibili via web e permettono di negoziare sulle valute, sulle materie prime come petrolio e oro e sui titoli azionari delle borse europee ed internazionali. Stiamo parlando quindi di una attività (il trading) che non deve essere affrontata con sufficienza o per un modo di fare facilmente profitti.

Ricordiamoci, però, che la grande volatilità dei mercati crea grandi opportunità di fare soldi, ogni oscillazione apre grandi opportunità per investire online sia al ribasso che al rialzo sui mercati finanziari. Per fare sul serio però occorre studiare i mercati ed imparare le basi dell’analisi tecnica sui grafici per imparare a valutare le situazioni del mercato. Solo una volta arrivati ad un buon livello di apprendimento sarà possibile iniziare ad operare con successo sui mercati.

Come investire online : 3 consigli pratici

Vediamo allora tre consigli pratici che risulteranno molto utili a chi vuole iniziare a investire nel trading online in tutta sicurezza :

  • Studiare le basi e dedicare tempo alla formazione
  • Scegliere un broker affidabile per operare
  • Impostare una strategia di trading vincente

Chi sta iniziando da poco a fare trading ha la necessità di studiare e molto partendo dalle basi. Questo si può fare sfruttando i corsi di trading che i broker offrono gratuitamente agli iscritti alle loro piattaforme, scaricando pdf o acquistando dei buoni libri. Sul web c’è ad esempio l’Annuario del Trading Online sul quale potete trovare molte risorse. E ‘ fondamentale non trascurare questo aspetto. Il trader che non ha la giusta formazione non farà molta strada e finirà per perdere soldi commettendo errori banali.

Il secondo consiglio che vogliamo dare riguarda la scelta della piattaforma di trading. Ci sono broker che non sono regolamentati e pertanto sono al limite della truffa. E’ evidente che è deleterio affidare i propri soldi a società la cui reputazione è dubbia. Affidatevi dunque a marchi conosciuti del mercato come Plus500 o 24option che rispettano tutte le normative. Per farvi un’idea potete leggere questo articolo interessante, plus500 opinioni, che raccoglie una recensione e i pareri sul broker italiano numero uno.

E’ infatti fondamentale scambiare opinioni con altri utenti sui forum di finanza o sui social cercando di filtare le fonti. Spesso su questi siti troviamo persone incompetenti o altre che hanno interessi pubblicitari nel pubblicare informazioni fuorvianti. Prendeteli come un modo per scambiare opinioni e non come la verità assoluta.

Terzo consiglio riguarda la strategia di trading da adottare. E’ una fase molto delicata a cui si arriva per gradi partendo da una strategia base per poi ampliarla per incrementi successivi. Non disperate, tutti i trader di successo hanno iniziato facendo errori. Se volete un ulteriore consiglio non impostate degli obiettivi che vanno troppo oltre le vostre capacità e possibilità.

Fissate un budget e cercate di utilizzare le comuni tecniche di gestione del denaro per fare in modo da massimizzare le operazioni in guadagno e limitare al massimo le perdite. E’ una strategia da seguire sempre che vi può dare grosse soddisfazioni.

Salva

Salva

0

Il Forex trading rappresenta una delle modalità più redditizie per investire online. In questo articolo voglio presentare una piccola guida che presenta la terminologia di base, i broker migliori con considerazioni finali sulla lingua.

Il mercato forex è un mercato molto liquido in cui ogni giorno milioni di traders competono per fare profitti rapidamente ed in maniera semplice. Se ti vuoi avvicinare a questo settore avrai capito che ci sono molti soldi da fare anche se non è affatto facile farli sistematicamente. I professionisti ci riescono grazie all’esperienza accumulata negli anni e a delle strategie che funzionano. Ti spiego ora cos’è.

Forex trading : cos’è

Se ancora non conosci le basi il termine Forex sta per Foreign Exchange ovvero un mercato in cui avviene la compravendita di valute. Se vuoi guadagnare devi comprare valuta e rivenderla quando conviene per ricavarne un profitto. I tassi di cambio sono influenzati da vari fattori come le notizie economiche e le operazioni fatte dalle banche centrali.

E’ un mercato ormai globale in cui si commerciano valute a coppie prendendone una come riferimento. Ad esempio la coppia EUR/USD ha come base l’Euro ed esprime il valore in termini del dollaro. Ci sono comunque altre valute su cui puoi fare trading come la Sterlina(GBP), lo Yen Giapponese (JPY) o il dollaro australiano (AUD).

Anni fa non c’erano alcuni vincoli e dunque ogni valuta poteva andare contro l’altra sminuendo di fatto i servizi di cambio valuta. Le banche di investimento hanno poi reso possibile il trading ed oggi Internet consente di negoziare praticamente su qualunque cosa

Broker per fare trading

Rispetto al passato non si acquista effettivamente valuta ma si utilizzano gli strumenti derivati come i cfd o le opzioni binarie che replicano il prezzo della valuta sottostante. Dunque al posto di comprare EUR e rivenderli in dollari si possono acquistare tanti CFD (Contract for differenze) negoziando sul prezzo quando questo sale o scende.

Per operare con queste modalità bisogna iniziare a fare trading utilizzando un broker che ti permette di entrare nel mercato iniziando a negoziare. Per guadagnare hai bisogno di selezionare un broker di grande qualità. Con qualità intendo dire che bisogna utilizzare broker per fare trading sul forex che siano regolamentati, onesti e sicuri per l’utente.

Operare con un broker autorizzato significa essere al sicuro da ogni punto di vista. In Italia la Consob si occupa di tutti i controlli sulle società finanziarie con controlli molto severi. I broker proposti su Whamb.com hanno tutti la licenza e rispettano le normative europee Mifid.

Un broker dovrebbe essere poi conveniente. I migliori guadagnano sullo spread ovvero sulla differenza di prezzo tra acquisto e vendita mentre le banche applicano commissioni esorbitanti e costi di gestione davvero altissimi. Per questo motivo posso dire che un broker conveniente è gratis e non ha commissioni.

Alcuni esempi di broker con cui fare trading in tutta sicurezza :

  1. Plus500 : è un broker italiano che permette di fare trading su forex, materie prime e titoli azionari con i CFD. Offre un bonus di benvenuto 25 Euro senza versare nulla( si applicano termini e condizioni previste. . Clicca qui per iscriverti a Plus500.
  2. 24option : è un broker che permette di fare trading su tantissimi mercati ed offre un bonus del 100% sui depositi. Particolarmente curato il centro formativo in cui vengono pubblicate ogni giorno guide e video per imparare a fare trading. Clicca qui per fare trading con 24option.
  3. Xtrade : è il nuovo arrivato ma offre una piattaforma consolidata. Permette di scaricare guide e lezioni ed offre un bonus di 25 euro oltre ai conti demo. Clicca qui per iscriverti su Xtrade.
  4. Banc de Binary : è un broker di opzioni binarie che permette di fare trading senza rischi nelle prime operazioni. Se vanno male le rimborsa come bonus. Clicca qui per maggiori informazioni su Banc de Binary.

Rischi del forex trading

Una volta che hai scelto un broker puoi iniziare a fare trading se conosci le basi del Forex. Devi sapere però che ci sono dei rischi. Il Forex è un mercato non centralizzato e dunque non è influenzabile da entità esterne ma segue la legge della domanda e dell’offerta. Se c’è un trader che vuole comprare ce n’è un’altro che vuole sicuramente vendere.

Se pensi al mercato bancario potrai capire tu stesso che queste di fatto accettano i rischi di default dei vari paesi, hanno bilanci controllati e per cui devono proteggere i correntisti da frodi e truffe. Nel Forex la trasparenza non è al massimo, in passato si cercavano di creare broker ECN con un rete di scambio più trasparente. La liquidità era maggiore e gli spread più bassi, tuttavia la maggioranza dei broker in circolazione è di tipo market maker che comunque ha dei suoi vantaggi che approfondiremo in un post dedicato.

Fare trading in italiano

Molti trader hanno il problema della lingua poichè molte risorse e guide sono in lingua inglese. Oggi però fare forex trading in italiano non è un problema. Anche i broker stranieri hanno un dipartimento con manager in italiano e le piattaforme sono ormai multi lingua.

Per evitare ogni tipo di problema, prima di iscriverti ad un broker verifica che abbia il sito in italiano e che ci siano delle guide in italiano. Devi pensare ai casi limite, quelli in cui ad esempio hai un problema con un pagamento o con il funzionamento della piattaforma. Se invece non hai problemi con l’inglese questa sezione la puoi evitare, gli altri devono assicurarsi che il broker offra un supporto valido in lingua italiano.

Salva

Salva

0

Iniziare subito al meglio per fare trading online non è certamente una cosa semplice, in quanto servono prima di tutto dei requisiti molto semplici da ottenere. È quindi necessario prendere carta e penna, per cercare di segnarsi tutti questi requisiti e consigli, in modo da poter iniziare subito a fare trading online con un vero professionista.

Come iniziare a fare trading online

Per capire come iniziare a fare trading online, è necessario prima di tutto iniziare a pensare quello che si vuole fare, come si vuole guadagnare. Nel mondo del trading online, è infatti possibile iniziare a guadagnare in svariati metodi, per tutte le tasche e per tutte le varie esigenze.

Fare trading online non ha certamente un’unica via, ci sono vari metodi per fare trading, e possiamo affermare che fare trading online sia per tutte le tasche e per tutte le tipologie di utenti che desiderano affacciarsi al mondo degli investimenti online.

Prima di tutto, per iniziare a fare trading online nel migliore dei modi, bisogna capire che tipologia d trading online si vuole fare:

  • Trading Online Manuale
  • Trading Online Automatico

Non tutti infatti sono al corrente che fare trading manuale necessita di molte più capacità rispetto al trading automatico. Non sconsigliamo né l’uno né l’altro, ma vogliamo semplicemente sottolineare che si presume che una persone che inizia a fare trading manuale, abbia un certo livello di preparazione sia tecnica, che psicologica.

Per un principiante, è invece molto più saggio iniziare a fare trading automatico. Questo non significa che è necessario mettere in copia un robot, ma significa bensì che attraverso il trading automatico è semplicemente necessario crearsi un portafoglio di trader professionisti che essenzialmente guadagneranno per noi, grazie al fatto che è possibile replicare in proporzione 1:1 le loro mosse.

Adesso vi chiederete: e loro cosa ci guadagnano? Beh, il broker solitamente fornisce una parte delle commissioni, oppure dei fissi forniti in base alla loro profittabilità.

Più fanno profitti per i loro copiatori, e più il broker li ricompenserà, in una modalità “win-win”, in quanto più sono contenti i copiatori, più contento è il trader professionista, e più contento è il broker (che come sappiamo, guadagna in base allo spread).

Alcuni esempi di broker con cui fare trading in tutta sicurezza :

  1. Plus500 : è un broker italiano che permette di fare trading su forex, materie prime e titoli azionari con i CFD. Offre un bonus di benvenuto 25 Euro senza versare nulla( si applicano termini e condizioni previste.  . Clicca qui per iscriverti a Plus500.
  2. 24option : è un broker che permette di fare trading su tantissimi mercati ed offre un bonus del 100% sui depositi. Particolarmente curato il centro formativo in cui vengono pubblicate ogni giorno guide e video per imparare a fare trading. Clicca qui per fare trading con 24option.
  3. Xtrade : è il nuovo arrivato ma offre una piattaforma consolidata. Permette di scaricare guide e lezioni ed offre un bonus di 25 euro oltre ai conti demo. Clicca qui per iscriverti su Xtrade.
  4. Banc de Binary : è un broker di opzioni binarie che permette di fare trading senza rischi nelle prime operazioni. Se vanno male le rimborsa come bonus. Clicca qui per maggiori informazioni su Banc de Binary.

Fare trading on line

Se invece non si desidera copiare, ma si vuole fare trading manuale, si deve essere al corrente che con qualsiasi broker CFD classico è possibile fare trading online con svariati asset, delle seguenti categorie:

  • Materie Prime
  • Azioni
  • Forex
  • Indici
  • ETF
  • E molti altri ancora

Alcuni broker hanno letteralmente un’infinità di asset su cui commerciare, e quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i mercati.

Quando si decide di iniziare a fare trading online per conto proprio, prima di tutto è necessario pensare al proprio trading come se fosse una qualsiasi altra attività imprenditoriale. È quindi necessario, prima di tutto pensare a stare attenti a due cose:

  • Quanti soldi verranno investiti
  • Come verranno investiti

Per la prima parte, arriva in soccorso il Money Management, che dice che ogni posizione non dovrebbe essere più grande dell’1-2% del proprio conto totale, e che ogni posizione dovrebbe avere un livello di stop loss e take profit fisso, in modo da avere sempre sotto controllo sia le perdite che le vincite.

Il trading online è infatti una guerra che viene vinta con la preparazione, ancora prima di iniziarla. Una volta che si sarà pronti e con le idee ben chiare sul come comportarsi sul campo di guerra, sarà possibile iniziare ad aprire la prima posizione a mercato.

Solitamente, le persone che si lamentano di aver perso nel trading online, sono proprio quelle che non hanno un metodo del genere, e che non hanno quindi un vero e proprio trading plan e regole ben fissate da rispettare. È necessario fare il contrario di queste persone, e avere tutto ben pianificato per non poter mai essere impreparati.

Trading online sicuro

Il trading online sicuro è il trading con lo stop loss, e con la position size ben fissata a massimo l’1-2%.

Entrando più nel dettaglio, lo stop loss, per gran parte dei professionisti, dovrebbe essere di almeno la metà del take profit. Ad esempio, se compro Apple a 100, e imposto un take profit a 200 e uno stop loss a 50, significa che rischio 1 per prendere 2. Questo significa dunque che il rapporto di rischio rendimento è di 1:2.

Quando il titolo azionario di Apple andrà a 200, avrà raddoppiato il mio investimento, se invece andrà nel verso contrario, ovvero al 50%, in modo da perdere solo la metà della posizione (quando si perde), ma vincere il doppio del proprio investimento (quando si vince).

Semplice ed efficace.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

0

Oggi vogliamo parlare di un broker di cui si sente molto parlare ultimamente ovvero BDSwiss. Si tratta di un broker creato dalla società Keplero Hodings Ltd che oggi è tra i pochi ad offrire il trading sia sulle opzioni binarie che sul forex.

Una delle domande che i nostri lettori ci inviano più spesso è : Bdswiss è un broker affidabile o è una truffa ? Basta leggere già le opinioni su Bdswiss che trovate sul web per rendersi conto di alcune cose. Il nostro obiettivo è fare chiarezza cercando di evidenziare pro e contro di questa piattaforma di trading.

Molte email che ci sono arrivate parlano bene di bdswiss mentre altre ne parlano male raccontando la loro esperienza. Le opinioni positive sono comunque oltre il 90%, il restante 10% può crearsi una opinione negativa per vari motivi. Ci sono utenti non pronti per fare trading o che hanno uno stile troppo aggressivo e finiscono per perdere denaro.

Cos’è BDSwiss ?

Il broker BDSwiss deve il suo nome all’acronimo Banc de Swiss, un messaggio chiaro che vuole trasmettere affidabilità. Sappiamo benissimo che le banche svizzere sono ritenute fra le più sicure ed affidabili nel mondo. Per questo motivo la piattaforma di bdswiss puà essere considerata una delle migliori piattaforme di trading online in assoluto.

Bdswiss è nato alcuni anni fa e si è affermato come uno dei migliori broker di opzioni binarie in Europa. In Italia la sua crescita è lenta ma continua, sta conquistando sempre più clienti ed oggi abbraccia anche altri mercati finanziari come quello azionario oltre al Forex. I rendimenti offerti sulle opzioni binarie sono molto alti ed in media pari all’85% sul capitale investito.

BDSwiss è un broker molto adatto al trading binario grazie ad una piattaforma molto facile da usare. Qui sotto potete vedere una schermata della piattaforma:

bdswiss-piattaforma

è usabile e di immediata comprensione. In pochi click potete investire al rialzo oppure al ribasso su moltissimi mercati come il forex, le azioni o le commodities.

BDSwiss è uno dei broker italiani che si adatta ad ogni tipo di utenza. Sia il trader principiante che quello più esperto hanno a disposizione moltissimi strumenti di trading più un conto demo con il quale fare pratica o provare le caratteristiche uniche di questa piattaforma.

Ci sono poi ulteriori caratteristiche che rendono il trading con bdswiss molto conveniente. Ad esempio la trade minima è di soli 5 € ed inoltre sono disponibili varie tipologie di opzioni binarie, dalle classiche Call/Put fino alle nuovissime opzioni binarie a 60 secondi che hanno rendimenti molto elevati.

Clicca qui per aprire il tuo conto di trading su BDSwiss.

Opinioni BdSwiss: è una truffa?


Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali di Bdswiss possiamo passare a rispondere ad una domanda : bdswiss è una truffa ? Si tratta di un broker che ha molte licenze, dalla CONSOB fino alla Cysec e dunque è stato rigorosamente controllato.

E’ un broker completamente regolamentato ed autorizzato a distribuire i suoi servizi finanziari in molti paesi tra cui l’Italia dunque non è assolutamente una truffa. Perchè troviamo allora anche le opinioni negative su Bdswiss? Per una ragione molto semplice. Il trading di opzioni binarie viene oggi considerato come un gioco da molti o come un modo per fare soldi facili.

Non è assolutamente così ed è un approccio sbagliato. Molti trader iniziano a negoziare sui mercati senza avere nemmeno le basi di conoscenza dei mercati e finiscono quasi sempre col perdere soldi tranne che in qualche caso isolato. Spesso ci si mettono anche alcune pubblicità ingannevoli da parte di broker poco seri o non legali o che promettono bonus non veri.

Bdswiss è un broker regolato ed è dunque tra i più sicuri. Basta cercare sul sito della Consob il numero di licenza. Usare siti regolamentati vi protegge da eventuali truffe e vi assicura che la piattaforma di trading viene controllata. Sia i pagamenti che i depositi dunque sono al sicuro.

Conto demo BDSwiss

I conti demo sono un meccanismo molto efficace per provare i servizi di una piattaforma. Molto spesso i trader più esperti li utilizzano quando vogliono cambiare broker o per provare strategie. I principianti, invece, possono fare pratica e provare a fare trading con soldi virtuali.

Il trading reale è però diverso in quanto entrano in gioco i fattori psicologici dovuti al fatto di operare sui mercati con i propri soldi. Dunque conviene prima usare la demo di Bdswiss che mette a disposizione un conto vero e proprio caricato con soldi non veri.

Ad ogni modo potete passare quasi subito al trading reale in quanto Bdswiss ha un importo minimo per transazione si soli 5 euro dunque potete fare le vostre operazioni con le opzioni binarie con rischi minimi.

Per saperne di più su Bdswiss clicca qui.

0

Il lancio del nuovo eToro è stato un completo successo, in quanto dopo oltre un anno di lavoro gli ingegneri di eToro sono finalmente riusciti a presentare al grande pubblico la piattaforma di eToro, tutta nuova!

Lo scorso mese, il CEO di eToro, Yoni Assia, ha svelato la nuova piattaforma di trading al prestigioso Web Summit di Dublino.

Il nuovo eToro è stato ricostruito a partire dalle basi, e praticamente va a sostituire l’iconico OpenBook e Webtrader. Un’esperienza unica che fornisce a tutti i clienti di eToro una piattaforma all-in-one.

Alcune delle funzionalità chiave del nuovo eToro, sono senza dubbio le watchlist, la nuova gestione del portfolio, la possibilità di aprire trades dallo schermo, strumenti avanzati di gestione del rischio, grafici avanzati in tempo reale, bacheca live e molto altro ancora. E’ sempre lo stesso eToro, però migliorato all’ennesima potenza.

E’ essenzialmente il futuro del trading, anche grazie alla tecnologia push, che rende eToro di diritto la piattaforma più veloce al mondo per quanto riguarda il trading online.

Il 2016 sarà senza dubbio un anno storico per eToro, e senza dubbio anche un momento incredibile per tutte quelle persone che vogliono iniziare ad investire e a fare trading.

2016 anno di eToro e del trading online

Fare trading con il leader del trading online, non è mai stato così facile. Le nuove innovazioni di eToro sono senza dubbio il “game-changer” che rivoluzionerà l’industria finanziaria e cambierà il modo in cui milioni di persone gestiscono le loro finanze personali.

Il team di eToro è senza alcun dubbio molto felice di quello che è riuscito a raggiungere il team del leader del Social Trading.

eToro permette di fare trading con tutti i mercati forex, azioni, materie prime, indici, e anche Bitcoin. Il tutto viene fornito con uno spread ragionevole, bonus ottimi, sistema “Invita un amico” che funziona alla grande e fa guadagnare 100 dollari per amico invitato, bonus sui depositi sostanziosi, rollover vantaggiosi, bonus primo deposito primo sul mercato CFD, piattaforma unica e facilissima da usare, apps Android e iPhone.

E ovviamente, la certificazione CONSOB e CYSEC che conferisce ad eToro il titolo di broker più sicuro e affidabile al mondo.

Registrarsi su eToro non è mai stato così semplice. La nostra pagina offre un ottimo bonus, cliccate qui e iniziate a commerciare le valute e le azioni con eToro!

0

E’ arrivato finalmente il giorno del ringraziamento, e i traders prima di partire per la lunga vacanza, hanno deciso di prendere profitto sul mercato. Vediamo quindi cosa è successo. Vogliamo inoltre avvisarvi che oggi e domani la liquidità sui mercati sarà limitata, in quanto

Questo mercoledì, mentre gli operatori statunitensi si preparavano alla lunga vacanza, il dollaro ha leggermente guadagnato terreno contro lo Yen, in quanto i Jobless Claims USA hanno mostrato che per la scorsa settimana c’è stato un miglioramento, mentre l’euro tuttavia è scivolato a un minimo di quasi sette mesi contro lo yen, in base alle aspettative di un ulteriore allentamento monetario da parte della Banca centrale europea. Il dollaro americano ha chiuso la giornata a 99.80, in quanto i commercianti hanno chiuso le loro posizioni a fronte della festa del ringraziamento, prendendo gli ottimi profitti dopo che il biglietto verde è salito vicino a 101. L’euro è sceso al di sotto della soglia psicologica di 1,05 prima di trovare un buon rialzo per chiudere appena sopra il livello di 1,06. Giovedì mattina l’euro è sceso di ben 7 punti a 1,0617 dopo che i commenti della BCE hanno pesato pesantemente sulla moneta comune.

Vediamo adesso le coppie forex in che situazione sono:

EUR/USD    1.0601    -0.0009    -0.08%
USD/JPY    122.5800    -0.1195    -0.10%
GBP/USD    1.5101    -0.0022    -0.14%
EUR/GBP    0.7020    0.0005    0.07%
EUR/JPY    129.9500    -0.2295    -0.18%
AUD/USD    0.7221    -0.0033    -0.45%

Continua quindi la debolezza del dollaro, che è proprio sul livello di 1.0601.

L’euro è sceso contro la maggior parte delle valute major, questo mercoledì, in base alle aspettative di un ulteriore stimolo monetario da parte della Banca centrale europea, mentre i dati economici degli Stati Uniti sono stati abbastanza forti per sollevare il dollaro. Le aspettative sono in aumento sul fatto che la BCE agirà già dalla prossima settimana, con gli analisti che puntano a una possibilità che la banca centrale possa aumentare i suoi acquisti di debito, oppure che sorprenderà il mercato con misure non convenzionali. Il calo dell’euro corrisponde anche ad un calo dei titoli di rendimento dello Stato tedesco, dopo che le notizie sul fatto che la Banca centrale europea ha iniziato a prendere in considerazione ulteriori misure per sostenere l’economia della zona euro.

Reuters ha riferito che i responsabili delle politiche della Banca Centrale Europea hanno preso in considerazione l’aggiunta di acquisti di obbligazioni regionali e prestiti con rischio di mancato pagamento.

0

Siete pronti ad entrare nel magico mondo degli investimenti online. Dove ogni giorno vengono mossi miliardi e miliardi euro al secondo. Dove i ricchi diventano poveri, dove i poveri diventano ricchi. Questo è il trading online, in continua evoluzione, ma con una costante: per fare soldi è necessario prendere decisioni sagge.

Soltanto chi riesce a mantenere la calma, in questo mondo così frenetico, riuscirà a spuntarla. Chi troppo vuole nulla stringe, questo detto è applicabile al mondo degli investimenti. Chi rischia troppo, non riuscirà mai a portare a casa profitti costanti

Se non avete ancora investito online, significa che molto probabilmente vi state perdendo uno dei migliori metodi per dare una svolta alla vostra vita finanziaria. Basta lavoro normale di 8 ore al giorno. Con il trading potete fare i profitti di 3 mesi anche con una sola ora di trading al mese. Tutto cambia, in meglio. Ma per poter cambiare la propria vita, è necessario fare le scelte giuste e non bruciare le tappe.

Viviamo nella cultura digitale ormai, nel web 3.0: tutto e tutti sono connessi e la forza della rete è più forte che mai adesso che per fare qualsiasi cosa è necessaria una connessione internet.

A breve compreremo le cose su Amazon con i Bitcoin, e ce le vedremo recapitare a casa con un Drone. Perché quindi voltare le spalle a tutto questo mondo, se adesso è tutto più semplice rispetto a prima?

Con un clic del mouse o un tap sul proprio touchscreen, è possibile acquistare e vendere azioni di oltre 100 broker online che offrono le esecuzioni a partire da qualche centesimo di euro per transazione. Anche se il trading online consente di risparmiare tempo e denaro agli investitori, bisogna saper sfruttare tutto questo tempo risparmiato. Potreste essere in grado di aprire una posizione in un nanosecondo, ma prendere decisioni di investimento sagge, richiede tempo. Prima di fare trading, devi sapere perché stai comprando o vendendo, e il rischio del vostro investimento.

Grazie alla forza della rete, è possibile investire praticamente in tutto, a portata di click e a condizioni di trading eccelse. L’unico problema, è capire in cosa volete realmente investire, i metodi di investimento sono talmente tanti che sarebbe praticamente impossibile cercare di elencarveli tutti. Vi elencheremo quindi i migliori metodi di investimento in questo periodo storico di svolta del trading.

Gli ultimi 10 anni sono stati cruciali per il trading online, i broker CFD sono spuntati fuori come funghi, e mentre in realtà il trading prima dell’avvento di internet era un qualcosa di riservato ad una stretta cerchia di persone facoltose, adesso tutti possono fare trading anche con pochissimi fondi disponibili. Questo ha inevitabilmente aumentato il bacino di utenza del trading online, la competitività e quindi anche la concorrenza tra i broker, che per assicurarsi il maggior numero di clienti, fanno a gara ad abbassare le commissioni di trading, con sono, ogni anno, sempre più vicine allo zero.

Perché si investe online?

Come riporta il sito Risparmioeinvestimento fondamentalmente  si investe online per fare soldi. Nessun altro tipo di lavoro o investimento ha più potenziale di guadagno come il trading online. Si investe inoltre anche per diversificare il proprio rischio. Pensate cosa potrebbe succedere a tutti i vostri soldi, che magari sono stipati in una banca che da un giorno all’altro potrebbe fallire, e magari applicare il cosiddetto “prelievo forzoso”; gran parte dei vostri soldi scompariranno nel nulla.

Si investe quindi online principalmente per due motivi: per diversificare il proprio rischio, per guadagnare, e per crearsi rendite passive. Il trading a lungo termine è un bell’esempio, consente infatti di guadagnare in maniera semplice senza fare assolutamente nulla.

Quando si investe online?

Essenzialmente, c’è a chi piace stare molto tempo collegato sul proprio account di trading e fare trading tutto il giorno con leve molto alte, e altri che preferiscono impostare le proprie posizioni in leva bassa e godersi i frutti del suo lavoro dopo giorni, settimane, mesi e anni. Dipende che tipo di trader c’è dentro di voi, quanto tempo avete a disposizione e quanto rischio siete disposti a prendervi.

Un trading a lungo termine può essere snervante per un trader alle prime armi che magari è impaziente di vedere i primi risultati, come può portarvi sull’orlo di una crisi di nervi un trading scalping ultraveloce. La soluzione migliore sarebbe quindi quella di iniziare con un trading intraday giornaliero, per iniziare a vedere se siete più propensi per il long term oppure per lo scalping, oppure potreste anche rimanere fedeli all’intraday.

Non c’è tuttavia un metodo di trading migliore o peggiore, non esistono strategie che funzionano che o non funzionano. Esiste soltanto la migliore strategia di trading che più si adatta a voi, e che è più adatta all’ambiente di trading corrente. Soltanto così sarete capaci di trarre il meglio da voi e dalla vostra strategia.

Se poi vogliamo generalizzare, è buona norma seguire sempre questa regola, che vi possiamo assicurare funziona:

“Comprare quando tutti vendono in preda allo sconforto e vendere quando tutti comprano avidamente” Templeton

Per gran parte degli investitori la paura supera il coraggio durante le fasi di rialzo e ribasso del mercato. Chi investe in settori e mercati dove gran parte delle persone non nutrono fiducia, vengono ripagati.

Nel mondo delle azioni infatti, le migliori opportunità non risiedono nei titoli dal prezzo più basso, ma dai titoli con il prezzo più basso rispetto alla potenziale capacità di rendiamo a lungo termine. Le migliori opportunità, sono infatti quelle a lungo termine, acquistando beni in cui gli altri non sono interessati. Acquistare pessimismo e vendere pessimismo.

Non è necessario affidarsi a mode, o alle decisioni di altri investitori.

Come scegliere il miglior broker per investire online

Gli investitori on-line di solito non hanno consulenti fiscali, quindi hanno bisogno di sapere come scegliere il giusto tipo di account che può abbassare le loro fatture fiscali. Conti di trading potrebbero sembrare tutti gli stesso; dopo tutto, sono solo serbatoi per gli investimenti. Sicuramente se cercate un broker che possa fare tutto questo lavoro per voi a costo zero, i migliori sono quelli a sostituto d’imposta. Questi broker infatti detraggono dalla vostra equity le tasse, quindi voi non dovrete fare essenzialmente nulla. Facile e veloce.

E’ inoltre poi di fondamentale importanza scegliere un broker che sia regolarizzato dalla CONSOB. I broker regolarizzati dalla CONSOB infatti, permettono di fare un trading sicuro, sapendo che i fondi sono segregati nelle migliori banche mondiali. Se il broker non è regolarizzato Consob, non registratevi.

E’ importante scegliere anche un broker facile da utilizzare. Se siete dei principianti, sarà preferibile utilizzare un broker intuitivo, che non richiede l’utilizzo di strumenti di trading troppo complessi. Più facile è, meglio è.

Ad esempio due broker ottimi sono eToro ottimo per il social trading e 24option il numero uno sulle opzioni binarie.

Limitare le perdite

Il prezzo di alcuni titoli, in particolare le recenti IPO “hot” e i vari titoli high tech, possono salire e scendere improvvisamente. In questi mercati in rapido cambiamento, molti investitori vogliono commerciare al tempo stesso e i prezzi cambiano rapidamente, i ritardi possono sviluppare su tutta la linea. Esecuzioni e conferme rallentano, mentre le segnalazioni di prezzi arrivano in ritardo rispetto ai prezzi effettivi. In questi mercati, gli investitori possono subire molto rapidamente perdite inattese.

Gli investitori di trading via Internet oppure on-line, strumenti che vengono utilizzati per l’accesso immediato ai propri account e offrono esecuzioni istantanee delle trades, soprattutto hanno bisogno di capire come possono proteggersi in mercati in rapida evoluzione.

È possibile limitare le perdite nei mercati in rapida evoluzione, se si sa cosa si sta comprando e si è a conoscenza dei rischi dell’investimento; e
sapere come le variazioni di negoziazione durante mercati in rapida evoluzione avvengono e adottare ulteriori misure di sicurezza per tutelarsi dai problemi tipici degli investitori che devono affrontare in questi mercati.

Prima di iniziare a fare trading, impara!

Molti non si vogliono mettere in testa questa semplice frase “Learn, then earn” (Impara, poi guadagna). E’ molto importante, se non investite un po’ di tempo nella vostra educazione, è impensabile che potrete un domani iniziare a guadagnare nei mercati finanziari. I mercati sono un mondo complesso, che necessita moltissima preparazione teorica, non sognatevi di registrarvi ad un broker, mettere 10 euro, e diventare milionari in due giorni. C’è chi ci è riuscito, ma raramente capiterà a voi con zero preparazione.

Quindi?

Inizia a studiare macroeconomia, analisi tecnica, segui il nostro sito e tutte le nostre guide, news e molto altro ancora. Leggi il Wall Street Journal, non lasciarti abbindolare dalle promesse di guadagni facili, ma inizia a far ragionare il tuo cervello, che è senza dubbio il miglior investimento che hai.

0

Gli indici sono sicuramente uno dei metodi migliori per fare trading senza rompersi le ossa. Sono senza dubbio il miglior metodo di investimento perché bene o male tutti i professionisti fanno trading su questo asset, per il semplice motivo che sono sicuri e crescono quasi sempre. Ecco perchè tantissimi oggi amano investire in borsa sfruttandoli per poter guadagnare denaro.

Non pensate che siano difficili da tradare, anzi, solitamente gli indici sono un investimento a lungo termine, in quanto vengono tradati con l’acquisto, il mantenimento, e la vendita dopo un certo periodo di tempo.

Esistono sia indici composti da azioni, che indici composti da valute. Cercheremo quindi di trattare queste due grandi famiglie con questo articolo che prende spunto da questo articolo https://www.comegiocareborsa.com/ apparso sul portale Comegiocareborsa.com che tratta tutte le tematiche sull’argomento giocare in borsa. In particolare vediamo alcune caratteristiche degli indici azionari.

Definizione di Indice (in Finanza)

Una misura statistica di cambiamento in un’economia o in un mercato dei valori mobiliari. Nel caso dei mercati finanziari, un indice è un portafoglio immaginario di titoli rappresentativi di un particolare mercato o una parte di esso. Ogni indice ha la sua metodologia di calcolo ed è di solito espresso in termini di un cambiamento da un valore di base. Così, la variazione percentuale è più importante che del valore numerico effettivo.

I mercati con gli indici delle obbligazioni e delle azioni indici vengono utilizzati per costruire indici e fondi comuni e fondi negoziati in borsa (ETF) i cui portafogli rispecchiano le componenti dell’indice in questione.

Lo Standard & Poor’s 500 è uno degli indici più noti al mondo, ed è il punto di riferimento più comunemente usato per il mercato azionario. Altri indici importanti includono il DJ Wilshire 5000 (totale del mercato azionario), l’indice MSCI EAFE (titoli esteri in Europa, Australia, Estremo Oriente) e il Lehman Brothers Aggregate Bond Index (mercato obbligazionario totale).

Dato che, tecnicamente, non si può realmente investire in un indice, indici di fondi comuni e fondi negoziati in borsa (sulla base di indici) consentono agli investitori di investire in titoli che rappresentano segmenti di mercato ampi e/o del mercato totale.

Grafico di un indice

Ecco un esempio di grafico di un indice, il S&P 500, senza dubbio uno degli indici principali USA:

grafico-indice-sp500

Ecco invece il NASDAQ:

grafico-nasdaq-ottobre-2015

Come è possibile notare, nel corso della loro storia, gli indici si sono mossi prevalentemente al rialzo. Ovviamente nel mezzo ci sono state numerose crisi, ma il trend principale a lungo termine è sempre stato comunque quello rialzista. Un indice infatti, è composto per quanto riguarda gli indici composti da azioni, da aziende, le migliori nei casi qua sopra menzionati, che devono fare profitti, e devono rispettare le aspettative degli analisti, quindi è ovvio che l’andamento può essere nella gran parte dei casi rialzista.

La moda di “scortare” non è sicuramente nata con gli indici, che sono uno strumento di investimento essenzialmente fatto per comprare e tenere nel tempo. Basta guardare il modo in cui investe Warren Buffett.

Warren Buffett è un esempio di investitore nel mondo degli indici

Warren Buffett è una persona incredibile, senza dubbio il maestro di tutti i maestri nella finanza. Non esiste una personalità del calibro di Warren Buffett in tutta la storia della finanza.

Questo anziano signore, dell’età di oltre 80 anni, è uno degli uomini più ricchi del mondo (ogni anno si piazza primo o secondo, facendo cambio con Bill Gates) e se seguiremo per filo e per segno i suoi consigli, molto probabilmente avremo solo e soltanto successi nel mondo degli investimenti.

Dal 1965 in poi, Buffett ha collezionato una schiera di guadagni annuali pari al 20%, e oggi vuole spiegare anche a noi come guadagnare queste percentuali.

Il consiglio principale di Buffett, è quello di investire nelle azioni come si farebbe in una fattoria, per poi vedere il proprio giardino crescere.

Ogni anno, i fans di Buffett, vanno in pellegrinaggio per cercare di capire i segreti del Miracolo di Omaha, proprio ad Omaha, dove Warren dispensa consigli e annuncia la classica lettera annuale agli azionisti della sua società, la Berkshire Hathaway, ecco cosa c’era scritto nella lettera:

“Il mio consiglio per gli azionisti non potrebbe essere più semplice: mettere il 10% del denaro in titoli di Stato a breve termine e il 90% nell’indice S&P500. Credo che i risultati a lungo termine della fiducia di questa politica saranno superiori a quelli raggiunti dalla maggior parte degli investitori – a prescindere se siano fondi pensione, istituzioni o individui – che impiegano manager ad alto costo.”

Secondo Buffett, investire è come gestire una fattoria, ci può essere il brutto tempo un anno, o anche quello dopo, ma prima o poi passerà e tornerà il bel tempo a splendere. Tuttavia è necessario mantenere le commissioni e gli spread bassi.

Scegliere il broker con le commissioni più basse per investire in borsa

L’imperativo al giorno d’oggi è scegliere il broker con le commissioni più basse per fare trading con gli indici. Non è facile farlo, a noi ci sono voluti anni, ma tutti i broker che vedete in questa pagina, sono stati selezionati uno per uno, e sono i broker che consiglierebbe proprio Warren Buffett, perché hanno delle commissioni bassissime.

Per fare business ci sono sempre dei costi fissi, ma quello del broker è prevedibile, e quindi va tenuto molto basso.

Il segreto del successo è con gli indici

Ecco il segreto del successo a lungo termine. Coltiva il tuo giardino, amalo, guardalo crescere, cogli i frutti, e torna a seminare l’anno dopo. Solo così facendo sarà possibile fare soldi. E’ il miglior modo per fare soldi senza avere troppe conoscenze del mondo dei mercati. Prendi un indice come il S&P500, investi in esso, aspetta lo svolgimento dei mercati, aspetta mesi, aspetta anni, e guarda il tuo capitale crescere.

Keep it simple!

Salva